top of page

QUANTO ESERCIZIO FISICO PER LA LONGEVITÀ?

Aggiornamento: 6 giorni fa

L'impatto potenziale dell'attività fisica sulla salute è notevole, ma non è chiaro se impegnarsi in livelli elevati di attività fisica prolungata, vigorosa o di intensità moderata al di sopra dei livelli raccomandati offra benefici aggiuntivi; sebbene l'esercizio eccessivo non sia un problema in termini di salute del cuore, non fa molto in termini di riduzione del rischio di morte prematura.

 

Al momento, le linee guida internazionali raccomandano 150-300 minuti di attività fisica moderata (MPA) oppure 75-150 minuti di attività fisica vigorosa (VPA) a settimana o una combinazione equivalente di entrambi. Tuttavia, non è chiaro se livelli più elevati di VPA e MPA a lungo termine siano, indipendentemente o congiuntamente, associati a una minore mortalità, aprendo l'interrogativo su quanto esercizio fisico è realmente necessario per la longevità.

Secondo la ricerca, rispetto a quelli che soddisfano le linee guida sull'attività fisica a lungo termine per il tempo libero, coloro che praticano da 2 a 4 volte al di sopra del minimo raccomandato di VPA a lungo termine per il tempo libero (150-299 min/settimana) o MPA (300-599 min/settimana) mostrano rispettivamente una mortalità inferiore dal 2% al 4% e dal 3% al 13% rispettivamente. Livelli più elevati di VPA a lungo termine per il tempo libero (300 min/settimana) o MPA (600 min/settimana) non hanno mostrato chiaramente un'ulteriore riduzione della mortalità o del danno per tutte le cause e per cause solo o non solo cardiovascolari. 

L’ampia finestra di 150-600 minuti apporta quindi i maggiori benefici in termini di estensione della durata della vita e riduzione del rischio di morte per cause diverse dalla vecchiaia. Quantità moderate di attività fisica per un periodo compreso tra 300 e 600 minuti potrebbero essere la soluzione ideale quando si tratta di ridurre il rischio di mortalità e, se gli allenamenti sono un pò più intensi, bastano da 150 a 300 minuti a settimana per raccoglierà gli stessi risultati tanto quanto una combinazione equivalente tra le due varianti.

L'impatto potenziale dell'attività fisica sulla salute è notevole, ma non è chiaro se andare oltre le linee guida apporti ulteriori vantaggi
Quanto esercizio fisico per la longevità?

Il rischio di mortalità per tutte le cause risulta inferiore del 20-21% per l'attività moderata o del 19% per l'attività vigorosa. Tuttavia, per coloro che arrivano fino a 600 minuti di attività moderata a settimana, il rischio diminuisce ulteriormente fino al 26-31%.

Specificatamente per le malattie cardiovascolari, il rischio si è ridotto del 22-25% per l’attività moderata e del 31% per l’attività vigorosa. Non è ancora del tutto chiaro se andare oltre questi limiti temporali dipendenti dall'intensità possa apportare problemi alla salute cardiovascolare, mentre certamente non aggiunge alcun vantaggio alla spettanza di vita: è quindi inutile prolungare il tempo di attività settimanale oltre i 300 minuti di VPA, i 600 minuti di MPA o combinazioni equivalenti di entrambe.

BeLONGEVITY nasce per aiutare concretamente tutti a conoscere ed applicare queste straordinarie informazioni della scienza.

 
  • Laddu DR et al. 25-Year Physical Activity Trajectories and Development of Subclinical Coronary Artery Disease as Measured by Coronary Artery Calcium: The Coronary Artery Risk Development in Young Adults (CARDIA) Study. Mayo Clin Proc, 2017, DOI: 10.1016/j.mayocp.2017.07.016

  • Lee DH et al. Long-Term Leisure-Time Physical Activity Intensity and All-Cause and Cause-Specific Mortality: A Prospective Cohort of US Adults. Circulation, 2022, DOI: 10.1161/CIRCULATIONAHA.121.058162

  • U.S. Department of Health and Human Services. Physical Activity Guidelines for Americans, 2nd edition. Washington, DC: U.S. Department of Health and Human Services, 2018


Comentarios

Obtuvo 0 de 5 estrellas.
Aún no hay calificaciones

Agrega una calificación
bottom of page