top of page

LA DIETA MEDITERRANEA RIDUCE DEL 23% IL RISCHIO DI MORTE

Ampiamente considerata dagli esperti come una delle migliori diete, la Dieta Mediterranea è radicata nelle abitudini alimentari tradizionali dei paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, tra cui le Zone Blu Icaria, in Grecia, e la Sardegna, in Italia. I suoi numerosi benefici per la salute e le prove scientifiche hanno consolidato la sua reputazione di approccio dietetico superiore.

 

La Dieta Mediterranea è stata a lungo associata ad una salute migliore, ma ora un nuovo studio evidenzia una riduzione del 23% dei tassi di mortalità nelle donne che seguono questo tipo di dieta, fornendo ancora più prove dei benefici che derivano dallo scambio di alimenti trasformati con prodotti sani, frutta e verdura fresca.

Ci sono principi comuni che definiscono questo modello dietetico: viene enfatizzato il consumo di alimenti a base vegetale, tra cui frutta, verdura, noci, legumi e cereali integrali, tutti fonti di nutrienti essenziali, fibre, prebiotici e antiossidanti che supportano la salute generale; l'olio d'oliva è la principale fonte di grassi e il suo utilizzo in cucina aiuta a ridurre l'infiammazione e a combattere le malattie cardiache; la dieta mediterranea incorpora quantità moderate di pesce ricco di acidi grassi omega-3, i quali supportano la salute del cervello e la funzione cardiovascolare e aiutano a ridurre l'infiammazione; include fonti proteiche magre per un adeguato apporto di nutrienti essenziali senza un eccessivo contenuto di grassi saturi, limitando l’assunzione di carne rossa; sostituisce l’uso eccessivo del sale con erbe e spezie, esaltatori di sapidità naturali anche ricchi di polifenoli, che hanno numerosi benefici per la salute.

Un nuovo studio evidenzia una riduzione del 23% dei tassi di mortalità nelle donne che seguono la Dieta Mediterranea
La Dieta Mediterranea riduce del 23% il rischio di morte

Questo recente studio ha prodotto dati provenienti da 25.315 donne le quali sono state seguite per 25 anni. I risultati hanno mostrato che le donne le cui abitudini alimentari corrispondevano regolarmente al modello mediterraneo avevano più di un quinto in meno di probabilità di morire per qualsiasi causa durante il periodo di studio, rispetto a quelle che non seguivano la dieta.

Inoltre, il team di ricerca è stato in grado di identificare i cambiamenti biologici che potrebbero spiegare perché la dieta mediterranea è associata alla longevità.

La buona notizia è che seguire un modello dietetico mediterraneo potrebbe portare a una riduzione di circa un quarto del rischio di morte in più di 25 anni, con benefici sia per il cancro che per la mortalità cardiovascolare, le principali cause di morte nelle donne e negli uomini negli Stati Uniti e nel mondo.

Una dieta mediterranea si basa in gran parte sull’assunzione di noci, semi, frutta, verdura, cereali integrali e legumi, con l'olio d'oliva come fonte primaria di grassi; le proteine possono provenire da piccole quantità di pesce, pollame, latticini e uova; la carne rossa, gli alimenti trasformati e l'alcol sono ridotti al minimo.

I ricercatori hanno esaminato numerosi biomarcatori nel corpo, scoprendo che i principali benefici della dieta sembrano essere a livello dei processi metabolici e infiammatori nel corpo, ovvero quei processi che aiutano a mantenere le funzioni corporee nella norma.

Ci sono stati anche miglioramenti nella pressione sanguigna e nella resistenza all'insulina in coloro che seguivano una dieta mediterranea, rispetto a quelli con altre abitudini alimentari. Sembra che tutti questi molteplici fattori si sommino per proteggere da una morte prematura.

Seguire una dieta mediterranea può produrre sostanziali benefici a lungo termine sui fattori di rischio stabiliti per le malattie metaboliche, in particolare quelli legati ai metaboliti delle piccole molecole, all'infiammazione, alle lipoproteine ricche di trigliceridi, all'obesità e all'insulino-resistenza.

L'ampia dimensione del campione e il lungo periodo di follow-up, insieme ad altri studi in questo settore che puntano a conclusioni simili, suggeriscono che la dieta mediterranea potrebbe davvero aiutarci a vivere più a lungo!

BeLONGEVITY nasce per aiutare concretamente tutti a conoscere ed applicare queste straordinarie informazioni della scienza.

 
  • Ahmad S et Al. Mediterranean Diet Adherence and Risk of All-Cause Mortality in Women. JAMA Netw Open, 2024, DOI: 10.1001/jamanetworkopen.2024.14322


Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page